Digital marketing, cos’è e perchè dovresti saperlo

cos'è digital marketing

Digital marketing, cos’è e perchè dovresti saperlo

Cos’è il digital marketing e perché dovrebbe essere importante per te e per la tua azienda?

In questo articolo vogliamo aiutarti a capire cos’è ma anche darti qualche suggerimento per capire come utilizzarlo per la gestione della tua attività. 

Cos’è il digital marketing 

Ecco quindi una definizione di digital marketing: secondo Philip Kotler è ‘una forma di direct marketing che collega elettronicamente consumatori e produttori attraverso tecnologie interattive’. Il digital marketing si rifà quindi al marketing tradizionale ma cambia strumenti e canali, ed utilizza appunto tecnologie cosiddette “online based” e interagisce con il consumatore attraverso Internet. 

Quindi quando ti chiedi cos’è il web marketing o l’online marketing, stai parlando della stessa cosa, proprio perchè sono il web e l’online a fare la differenza.  

Fare business oggi significa dover comunicare e instaurare una conversazione con i tuoi clienti target e per farlo puoi affidarti agli esperti del settore oppure cercare di apprendere quali sono gli strumenti e le best practices per iniziare. 

Inbound vs. Outbound marketing  

La differenza tra inbound e outbound marketing nasce proprio con il digital marketing. La pubblicità su internet permette di comunicare con il tuo potenziale cliente in real time: online puoi ‘cogliere l’attimo’ e sfruttare quello che potrebbe essere il migliore momento per colpire il tuo cliente.

Infatti, secondo una logica “pull” l’obiettivo diventa quello di attrarre il consumatore proprio quando avverte un nuovo bisogno ed è interessato a nuovi prodotti e o servizi. 

Chi è il digital marketer? È la persona che si occupa di digital marketing nell’azienda e che elaborerà una strategia di inbound marketing e di content marketing proprio per attirare l’attenzione dei tuoi potenziali clienti. 

Pubblicità su internet: quali sono le leve  

Se stai pensando di iniziare a farti pubblicità online? Vediamo insieme alcune delle leve principali, che possano aiutarti a capire quali sono le potenzialità del marketing digitale.

Google Ads è il software online di Google che permette di creare annunci online per raggiungere gli utenti nel momento esatto in cui manifestano interesse per i prodotti e servizi che offri. Questo tool è fondamentale perché dà inoltre la possibilità di monitorare e valutare i KPI (Key Performance Indicators) delle tue campagne. 

Gli annunci pubblicati sulla piattaforma possono essere visualizzati in diversi canali: le pagine del motore di ricerca (solo annunci di testo), la rete display (GDN), Google Shopping, Youtube.

Sul motore di ricerca è possibile presidiare keyword relative al tuo business e che ti permettono di posizionarti in prima pagina nella SERP (Search Engine Results Page) quando gli utenti effettuano una ricerca.

Google display si occupa invece di pubblicare banner pubblicitari sui siti partner: Google seleziona i siti dove pubblicarli per far sì che venga mostrato ai tuoi potenziali clienti, persone interessate ai tuoi prodotti o servizi.

Google Shopping invece si occupa di mostrare i tuoi prodotti direttamente sul motore di ricerca ma anche sui siti partner tramite la rete display, tramite Gmail e Youtube. L’utente li visualizza senza fare clic sull’annuncio.
Esistono due differenti tipologie: annunci Shopping di prodotto, che permettono di visualizzare un prodotto singolarmente e che sono più semplici da configurare; annunci Shopping vetrina, che mostrano più prodotti correlati tra loro. Entrambe le tipologie possono includere dettagli sul prodotto insieme al prezzo e all’immagine. 

Youtube è la piattaforma di video sharing di proprietà di Google.
La pubblicità su questo canale consiste principalmente in video ads di due tipologie: in-stream (skippabile o non -skippable), che sono costituiti dai brevi filmati che precedono la visione di un video scelto dall’utente sulla piattaforma; in-display, che sponsorizzano un altro video rispetto a quello che l’utente sta guardando.

Social-media-marketing

Social media marketing 

Passiamo ora a un’altra leva, i social media: questo canale viene utilizzato sia per dare visibilità al brand sia per informare i consumatori, sia per colpirli attraverso ads. I social su cui possiamo inziare la nostra azione di digital marketing sono: Facebook, Linkedin, TikTok, Twitter, Pinterest, Snapchat, Twitch.. e molti altri anche sulla base dell’area geografica che vuoi targetizzare. 

Secondo le statistiche 2020 i social network e la loro audience sono in crescita e si stanno evolvendo. Essi però si differenziano, oltre che per le modalità con cui potresti fare digital marketing, anche per il pubblico che essi raggiungono. L’audience su questi canali infatti può essere diversa: pensiamo all’efficacia di LinkedIn per la lead generation nel B2B

Con il social media marketing hai accesso a diversi strumenti presenti sulle piattaforme: tramite Facebook, ad esempio, si può monitorare e scegliere la target audience del messaggio pubblicitario attraverso Audience insight.

SEO

Cosa si intende quando parliamo di Search Engine Optimization? La SEO comprende tutte quelle attività che possono ottimizzare il posizionamento dei tuoi siti web sul motore di ricerca e che quindi portano più traffico traducibile in opportunità di business. L’ottimizzazione agisce sui risultati organici della SERP e l’obiettivo è naturalmente arrivare nelle prime posizioni per avere più click possibili. Ma come si riesce ad arrivare nelle prime posizioni della SERP? Ci sono moltissimi fattori da tenere in considerazione, tra cui: ottimizzazione tecnica e ottimizzazione dei contenuti (SEO on-site) e ottimizzazione dell’autorevolezza (SEO off-site). La parte più semplice su cui agire è l’ottimizzazione dei contenuti: tramite una strategia di content marketing e l’elaborazione di un piano editoriale puoi posizionarti su diverse keyword ricercate dagli utenti.

E-mail marketing 

Un altro strumento che puoi utilizzare sono le email, in particolare DEM (Direct email marketing) o newsletter.

Se possiedi un blog o un e-commerce sono fondamentali. Ad esempio, ti permettono di contattare il consumatore quando lascia il prodotto nel carrello senza completare l’acquisto, per ricordargli che è ancora disponibile: puoi eventualmente fornirgli sconti o la spedizione affinchè porti a termine l’operazione (DEM di remarketing).

Attraverso l’email marketing puoi anche monitorare se e cosa gli interessa di più dei tuoi prodotti attraverso la gestione delle preferenze, oppure informarlo dei nuovi prodotti presenti sul tuo catalogo attraverso le newsletter

Il ROI di questo canale è solitamente molto alto rispetto ad altri: attraverso la personalizzazione dei messaggi e la profilazione degli utenti puoi colpire nel migliore dei modi il tuo (potenziale) cliente ed attirare la sua attenzione. 

Affiliation marketing e native advertising

L’affiliate o affiliation marketing è una branca del digital marketing che ti consente di pubblicare i tuoi annunci su siti di un affiliato: un blog, un sito di notizie o un magazine che possiede dei follower e che può contare su un flusso di traffico notevole e fidelizzato e che sarà portato in misura maggiore a visualizzare gli annunci sul sito. Spesso l’accordo tra inserzionista e affiliato viene intermediato da un network di affiliazione.

Si parla di native advertising quando l’annuncio e il contesto in cui viene pubblicato sono in sintonia, e proprio secondo una logica pull dell’inbound marketing ingaggiano il cliente potenziale, sia con la creatività che con il contenuto; gli annunci appartenenti a questa tipologia non irrompono nell’attenzione del consumatore perchè tendenzialmente è il publisher a deciderne il formato, che deve essere omogeneo e coerente rispetto ai contenuti del sito in cui viene pubblicato.

Siti comparatori e marketplace

I siti comparatori danno la possibilità di pubblicare i tuoi prodotti e quindi di aumentare visibilità del tuo brand e traffico sul tuo e-commerce. Sono sempre più frequentati, soprattutto dagli utenti che ricercano qualcosa ma che vogliono risparmiare tempo nel trovare ciò che cercano. Esistono comparatori generici che comprendono diverse tipologie di prodotti, come Google Shopping e Idealo, ma anche comparatori specifici per alcune categorie di prodotto, come ad esempio Skyscanner.

I marketplace invece – tra i quali troviamo ad esempio Amazon, Ebay o Zalando – ti danno la possibilità di creare uno store online all’interno dei loro siti web che puoi gestire in autonomia e personalizzare. All’interno degli stessi poi puoi promuovere i tuoi prodotti, sia per le categorie di prodotto sia per parole chiave ricercate dagli utenti, con diversi formati e modalità. Di questa categoria faranno parte anche Facebook e Instagram Shops.

marketplace

Digital transformation: perché è fondamentale nel 2020

Per digital transformation si intende l’integrazione delle tecnologie digitali in ogni area di business, che cambia il modo in cui l’azienda opera e crea valore per il consumatore. 

Le persone oggi sono sempre connesse e in misura sempre maggiore acquisiscono informazioni sui prodotti online. Sempre più device e dispositivi mobili sono in circolazione e sempre più persone nel mondo hanno quindi la possibilità di collegarsi ad Internet. 

Le aziende devono però adattarsi a questo tipo di cambiamento, perché l’integrazione delle tecnologie e quindi la digital transformation sono sempre più rilevanti per il marketer che si trova online e vuole farsi notare. Se non hai un posizionamento SEO ottimale o non hai una pagina social difficilmente riuscirai a sopravvivere in questo ambiente che sta diventando sempre più competitivo. 

Quali obiettivi può raggiungere la tua azienda con il marketing digitale

Gli obiettivi del marketing digitale possono essere diversi: dalla brand awareness alla lead generation alla conversion. Tutti questi obiettivi possono essere monitorati e misurati tramite i KPI per capire se ti stai muovendo online nella maniera giusta. 

Il customer journey dei consumatori è costituito da diverse fasi: awareness, interest, desire, action (e advocacy) in cui dovrai inserirti. 

Ogni strumento di digital marketing ha le sue peculiarità, per cui in base agli obiettivi che decidi di perseguire dovrai adottare il canale più adatto: ad esempio se scegli come obiettivo l’aumento dell’engagement o la lead generation potresti utilizzare un social network, mentre per la brand awareness potresti decidere di optare per Google Ads con la GDN. 

Web agency: come può aiutarti

Internet è una giungla. Per cercare di farti notare in questo mercato ipercompetitivo potresti decidere di affidarti a una web agency.

I suoi professionisti svilupperanno per il tuo business una strategia efficace, in grado di colpire i tuoi potenziali clienti e di generare lead, oppure di far conoscere il tuo brand a coloro che sono interessati ai tuoi prodotti, in modo da farti diventare un top of mind. 

Se hai ancora dubbi su cos’è il digital marketing o su come impostare una strategia non esitare a contattarci e sceglieremo gli obiettivi più giusti e i canali più performanti per il tuo business.