HubSpot, cos’è e come funziona

HubSpot cos'è

Tra i tanti tool e software sul mercato dedicati a marketing e sales, uno dei più conosciuti ed utilizzati è HubSpot: vediamo in questo articolo di cosa si tratta. 

Cos’è HubSpot? 

In breve, Hubspot è una piattaforma di inbound marketing e vendite che aiuta le imprese ad attrarre visitatori, convertirli in lead e aumentare le vendite. 

La piattaforma comprende una varietà di funzionalità e permette a reparti marketing e vendite di coordinare le proprie attività in un unico posto. Questo insieme di attività include la creazione di contenuti, la condivisione tramite social media, l’automazione del workflow, l’acquisizione di lead, il customer relationship management, il tracciamento del percorso di vendita, della “sales pipeline” e delle performance. 

Il risultato è che le imprese sono più equipaggiate a gestire efficientemente le attività di vendita e di marketing, e i lead possono essere coltivati durante tutto il buyer journey senza sforzi. 

HubSpot consente quindi di avere informazioni allineate e condivise dai reparti di marketing e vendite, disponibili per coloro che vogliono usufruirne in un unico spazio. 

Il modello Flywheel

Per spiegare di cosa si occupa HubSpot, è importante capire il modello di business su cui è basata la piattaforma.

Il modello Flywheel è un modello inventato da James Watt nel 700′ ma è stato adattato ed è utilizzato oggi nel marketing  dalla piattaforma HubSpot. Esso raffigura il funnel del cliente. A differenza del classico modello a imbuto, la piattaforma raffigura il processo come circolare, perché ogni passaggio al livello successivo del visitatore (o prospect o cliente) può incentivare a sua volta nuovi processi di attrazione di consumatori, alimentando la ruota (lo “spin”) e il successo dell’azienda.

flywheel model hubspot

Questo modello potrebbe cambiare la tua strategia di business.

Mettendo al centro il cliente, e quindi la sua soddisfazione, ogni sforzo che viene compiuto in ogni fase di questo processo, ne può alimentare la crescita. L’obiettivo è quindi non solo fornire un buon prodotto o un buon servizio al cliente, ma fornirgli la migliore customer experience possibile.

La ragione principale di questa scelta è che oggi prima dell’acquisto il consumatore si rivolge al suo network, alla sua rete di conoscenze, a cui chiede consiglio prima dell’acquisto o da cui riceve un suggerimento o una raccomandazione all’acquisto.

Attract, Engage, Delight

Le forze dell’inbound marketing si concentrano quindi su tre fasi particolari:

  • Attract.  La prima fase riguarda il visitatore. Lui o lei inizierà a conoscere il tuo brand ed è necessario quindi fornirgli contenuti rilevanti ed eliminare le barriere che eventualmente potrebbero frapporsi tra il cliente e la tua impresa. La chiave è però, proprio grazie alla leva dell’inbound marketing, guadagnare l’attenzione del cliente, senza forzarla. Le forze che possono agire sulla leva dell’attrazione comprendono il content marketing, la SEO, il social media marketing, l’ottimizzazione del tasso di conversione e naturalmente tutte le tipologie di paid advertising.
  • Engage. Qui l’obiettivo è rendere il più semplice possibile il processo d’acquisto per i consumatori. In questo senso è necessario permettere i clienti di instaurare una relazione con la tua impresa nei tempi e modi che preferiscono. Per questo motivo, nella fase di engage, le forze includono la personalizzazione delle email, la creazione di siti web, la segmentazione dei database, la marketing automation, il lead nurtring, la comunicazione multichannel ma anche i programmi “prova e acquista”.
  • Delight. L’aiuto e il supporto permettono i consumatori di raggiungere i propri obiettivi. Secondo questo modello la soddisfazione del consumatore è la chiave del successo dell’impresa e per questo la customer delight viene considerata la fase più importante. Alcune delle forze su cui si può agire sono: i chatbot, tutte le tipologie di customer service (come i call center), la disponibilità su più canali, i questionari di soddisfazione e programmi loyalty (come le carte fedeltà o la raccolta punti).

Customer Delight

Il CRM di HubSpot

Ma cosa fa HubSpot di preciso anche per le imprese?  Come si collegano l’Inbound Marketing e il modello Flywheel?

La risposta è che HubSpot mette a disposizione diversi software proprio per far crescere le aziende con un focus sull’inbound marketing. 

HubSpot è noto per aver sviluppato un potente un software CRM, una piattaforma di gestione e raccolta dei dati delle relazioni con i clienti dell’impresa. Si tratta di un database che raccoglie tutte le informazioni disponibili sui clienti dell’impresa e che permette l’automazione dei processi di marketing e vendita, il loro miglioramento e l’ottimizzazione. All’interno del sito web vengono proposte una versione Free con diversi software per tutte le fasi della Flywheel e diverse versioni Premium a pagamento.

In particolare, per le versioni Premium l’azienda fornisce diversi “Hub” (da cui il nome del brand “Hub” più “Spot”, cioè posto o posizione). Ogni Hub è costruito sulle diverse fasi del modello Flywheel e contiene diversi software che possono essere utilizzati per ottimizzarle o migliorarle.

Hubspot HUBs

Ad ogni fase corrisponde quindi un Hub:

  • Marketing Hub: nella fase attract, aiuta l’impresa a farsi conoscere, attirando il traffico sul proprio sito web o supportandola a generare lead qualificati. Attraverso la creazione di contenuti, l’inbound marketing permette di attrarre potenziali clienti e coltivarli, finché non sono pronti per la fase successiva. In questo Hub sono inclusi tool per la creazione delle landing pages e di monitoraggio degli analytics. 
  • Sales Hub: il lead si trasforma in cliente. Il software permette quindi l’interazione con i potenziali clienti e di dimostrare il valore offerto dall’impresa, portandolo ad acquistare o a chiudere un contratto. Alcuni esempi di features incluse: programmazione dei meeting, contact, deal & task management.
  • Service Hub: una volta chiuso il contratto è molto importante non dimenticarsi della relazione con il cliente. Un cliente soddisfatto infatti sarà più incline a proporre a sua volta il tuo prodotto o servizio, agendo da promotore. L’Hub dedicato alla fase delight comprende template per i report e per le email, ma anche tool per la creazione di live chat. 
  • CMS Hub: questo Hub è stato inserito di recente e comprende tutti i software dedicati al content management, quindi all’ideazione di contenuti editoriali per i blog e alla SEO.

Conclusioni

Hai capito a cosa può servirti la piattaforma di HubSpot? Anche CULT adv può aiutarti a migliorare la tua digital strategy, agendo sulle diverse fasi del modello Flywheel. Non esitare a contattarci per saperne di più.