Come creare una Newsletter: gli step per il successo.

Come scrivere una Newsletter

Come creare una Newsletter: gli step da seguire

Se sei atterrato su questo articolo, ti starai chiedendo come scrivere una Newsletter e qual è la best practice per farlo.  Scrivere una Newsletter non è una roba semplice: devi preoccuparti di: non fare errori ortografici, creare call to action convincenti, progettare l’e-mail in modo che l’oggetto della stessa sia il più chiaro possibile, evitare qualsiasi forma di spam, parlare ai tuoi lettori con il tono di voce che rifletta quello dell’azienda, e molte altre cose!

Oh, e se sbagli una delle tue e-mail, non puoi annullarle una volta che le invii ai tuoi subscribers. Vediamo quindi insieme quali sono gli step da seguire per scrivere una Newsletter allo stato dell’arte.

 

Come creare una Newsletter efficace

Ecco 12 passaggi per creare la migliore newsletter via e-mail per i tuoi obiettivi aziendali o personali.

Se hai un progetto in mente, puoi contattarci senza impegno nella sezione Contatti per una consulenza gratuita. 

Come scrivere una Newsletter: inizia da qui.

Prima di iniziare a scrivere una sola parola, assicurati di essere pienamente consapevole dell’obiettivo della newsletter e di come si adatta alla tua strategia di content marketing.

Chiediti qual è l’obiettivo della tua newsletter:

  1. Dovrebbe aiutarti a generare leads?
  2. Incrementare il tuo database di email?
  3. Incrementare il traffico verso il tuo sito Web?

Scopri dapprima il tuo obiettivo primario, e dopo inizia a scrivere. Una volta stabilito un obiettivo per la tua newsletter, il contenuto verrà da se.

 

Passaggio 2: Progetta il tuo Template.

Assicurati di avere un’idea di come apparirà la tua newsletter prima di scrivere del contenuto. In questo modo, saprai esattamente quanto spazio hai a disposizione per promuovere un contenuto: ci sono poche cose più frustranti che cercare di spremere la copia in uno spazio troppo stretto.

Il tuo template non deve per forza essere appariscente o altro: anche le newsletter con un copy minimal hanno un bell’aspetto e sono molto efficaci. Il design deve solo consentire ai destinatari di leggere, scansionare e fare clic sugli elementi più importanti (CTA) dell’e-mail in modo semplice. Ciò significa che dovrebbe essere adatta anche ai dispositivi mobili. Secondo i dati di Litmus, la maggior parte delle persone (46%) apre le newsletter su dispositivo mobile – quasi il 30% in più rispetto alla posta elettronica aperta da desktop!

Se non hai molta dimestichezza nel progettare il layout della tua Newsletter, puoi utilizzare dei template già fatti! Ti faranno risparmiare molto tempo. E molte scocciature.

Passaggio 3: Imposta le dimensioni giuste.

La maggior parte dei provider imposterà la dimensione della newsletter per e-mail su 600px di larghezza, con il padding del corpo della mail avente 30px su ogni lato Pertanto, è importante assicurarsi che il design della newsletter si adatti a questa larghezza universale di 600 px.

Che dire dell’altezza? In definitiva, la tua e-mail può essere alta (o, piuttosto, lunga) quanto vuoi.

Tuttavia, è molto meno probabile che le persone facciano clic sul tuo sito Web se l’e-mail continua per sempre Come regola generale, cerca di non far scorrere i destinatari delle e-mail per più di un secondo prima di raggiungerne la fine.

Passaggio 4: aggiungi il contenuto del tuo corpo.

Next: Riempi la mail con parole e immagini. Saranno la polpa della tua Newsletter, quindi trascorri del tempo a perfezionarla. Molte persone mantengono il corpo della mail breve e per incoraggiare lettori a cliccare sulle call-to-action, mentre altre newsletter adottano l’approccio opposto.

Assicurati di aggiungere alcune immagini, se arricchiscono il tema che stai sviluppando Non dimenticare di rileggere a fondo la tua e-mail, magari inviala anche a un membro del tuo Team. Ricorda, una volta che hai inviato la cosa, non puoi correggere più nulla.

Come creare una newsletter

Passaggio 5: scegli l’oggetto e il nome del mittente.

Abbiamo scoperto che avere un nome mittente di una persona reale è correlato ad un tasso di apertura della mail più elevato. Prova a eseguire un A/B Test per vedere se funziona anche per te. Qualunque nome tu scelga, assicurati che sia qualcosa di riconoscibile, in modo che i destinatari non siano confusi sul perché stanno ricevendo la tua e-mail da un presunto sconosciuto.

Scegliere l’oggetto della mail è molto più complesso. Ci sono molti spunti per ideare un oggetto degno di un clic, inclusa la brevità e una USP immediatamente percepibile

Passaggio 6: inserisci alt textplain text

A questo punto, hai quasi finito. Immagino che però  tu abbia dimenticato due cose assolutamente cruciali: alt text & plain text.

Il primo è il testo che appare quando un’immagine non viene caricata. Dal momento che non tutti i provider di posta elettronica caricano correttamente le immagini, è necessario assicurarsi che il testo alternativo sia presente in modo che i destinatari sappiano cosa stanno guardando.

Se includi un CTA che è un’immagine, i tuoi tassi di conversione si abbasseranno senza alt text. Inoltre, alcuni client di posta elettronica non visualizzano correttamente l’HTML, motivo per cui è necessario assicurarsi che le e-mail siano perfette in testo normale. Assicurati che i collegamenti siano facili da fare e che sia chiaro di cosa tratta l’email, anche nel caso in cui le foto non venissero caricate.

Passaggio 7: assicurati che la tua Newsletter sia a norma di legge.

Prima di premere “Invia”, assicurati che le tue e-mail siano tutte valide dal punto di vista legale. Le due leggi più importanti di cui devi preoccuparti?

  1. CAN-SPAM
  2. GDPR. CAN-SPAM

La prima richiede di avere un footer nella tua e-mail con il tuo indirizzo e un modo semplice per annullare l’iscrizione alle tue e-mail se non vogliono più riceverle.

Il GDPR è una legge sulla privacy simile ma più completa che è passata in Europa nel 2018, richiedendo (tra le altre cose) che i rivenditori di e-mail invino newsletter solo a coloro che hanno scelto manualmente di riceverle.

 

Passaggio 8: Invia!

E’ arrivato il momento della verità! Avendo verificato che tutti i destinatari della newsletter abbiano espresso il consenso per riceverla, e che la tua e-mail abbia la conformità legale, è ora di fare clic su Invia