Annunci Gmail, come funzionano e cosa cambia

Annunci Gmail, come funzionano e cosa cambia

Inserzionisti, segnate i vostri calendari! Il 1° luglio, le campagne Gmail saranno sostituite dalla piattaforma Discovery di Google. Se ti sei affidato finora agli annunci Gmail per la tua strategia di marketing digitale, potresti avere alcune domande sui cambiamenti imminenti.

 Diamo uno sguardo più da vicino ad alcune delle conseguenze e a come la transizione verrà effettuata.

Cosa sono gli Annunci Gmail

Se usi Gmail, probabilmente hai già visto questi annunci. Appaiono nella parte superiore delle caselle di posta “Promozioni” o “Social” in Gmail, con una piccola etichetta “Annuncio” accanto alla riga dell’oggetto. Cliccando sull’annuncio si accede a una pubblicità, che generalmente porta a una landing page o a un sito web.

Le campagne Gmail hanno due opzioni di distribuzione:

Singola Impresa

Questi annunci Gmail presentano un’azienda dove all’interno c’è la possibilità di cliccare su una call to action che porta a una landing page, un sondaggio o altro.

Multi rivenditore

Questi annunci Gmail appaiono come annunci di shopping. All’interno di essi troviamo prodotti, immagini, prezzi e recensioni. Dopo aver cliccato sulle immagini, gli utenti vengono reindirizzati alle rispettive pagine dei prodotti.

 

Dal 1° luglio le campagne Gmail non avranno più la loro piattaforma indipendente, ma sarà ancora possibile accedere a tali annunci attraverso le campagne Discovery.

Cosa sono le Discovery Ads e come funzionano

Google Discovery è un nuovo formato di annunci all’interno della GDN (Google Display Network) che mostra in posizioni più premium rispetto al display tradizionale, tra cui la ricerca, la homepage di YouTube e Gmail.

Le campagne Discovery offrono vantaggi simili alle campagne Gmail, tuttavia le Discovery Ads sono progettate per raggiungere un maggior numero di persone ad un costo efficiente.

Ad esempio, il mese scorso è stato effettuato un test in cui è emerso che i Discovery Ads hanno portato 62.116 click in più a un CPC inferiore del 29% rispetto ai Gmail Ads. Inoltre, i visitatori generati dai Discovery Ads si sono convertiti a un tasso superiore del +90% rispetto ai Gmail Ads.

Questa differenza di performance può derivare dai vantaggi di Discovery Ads, come il suo formato creativo accattivante, i posizionamenti nativi e l’inventario meno competitivo.

Sulla base di questo e di altri test di successo, sarebbe opportuno per la tua azienda testare Google Discovery Ads per le tue campagne.

Dove vengono pubblicati gli annunci Discovery

Lo scopo primario delle campagne discovery è permettere di inserire messaggi pubblicitari in aree dell’universo Google non ancora scoperte o non adeguatamente servite.

Nello specifico gli annunci Discovery trovano spazio in:

  • Home page e feed dei “prossimi video” in YouTube.
  • Feed Discover nell’app Google Search.
  • Tab Promozioni e Social in Gmail.

La distribuzione delle inserzioni nei differenti spazi disponibili è affidata all’algoritmo, ossia al machine learning di Google che valuta, momento per momento, quali posizioni siano più efficaci per l’obiettivo della campagna. L’algoritmo dovrebbe essere in grado di migliorare progressivamente la performance della pubblicazione delle inserzioni in base al rendimento effettivo. Ciascun utente vedrà quegli annunci inerenti alle tematiche verso i quali ha mostrato interesse in precedenza e che Google ha rilevato.

Il pubblico dichiarato che può essere raggiunto attraverso le campagne discovery attualmente ammonta a circa 2,9 miliardi di utenti attivi nelle varie aree raggiunte dal servizio. In questo senso risulta equivalente a quello relativo alla diffusione di inserzioni che Facebook rende possibile sulle sue app.

Consigli per l’esecuzione degli annunci Gmail attraverso le campagne Discovery

Quando si eseguono gli annunci Gmail attraverso le campagne Discovery, è necessario rivedere il modo in cui si è tradizionalmente monitorato il budget, le offerte e il targeting. Ecco alcuni suggerimenti che dovrebbero aiutarti a prepararti per il passaggio.

Budget

Google consiglia di aumentare il tuo budget per gli annunci Discovery da quello che potresti aver speso per gli annunci Gmail. Perché? Il tuo budget non viene più usato solo per gli annunci Gmail, ma viene utilizzato anche in altri annunci Discovery.

Bidding

Google raccomanda l’uso del Target Cost Per Acquisition (tCPA) bidding. Potrà aiutarti un tCPA suggerito nella sezione delle offerte quando imposti la tua campagna. Ad alcune aziende piace prendere in considerazione il CPA medio dei 30 giorni precedenti della loro campagna Gmail e aumentare la cifra del 20%, per poi monitorare e regolare gli importi delle offerte in base alle prestazioni.

Targeting

Se hai familiarità con gli annunci Gmail, le opzioni di targeting in Discovery ti sembreranno familiari. Significa che puoi ricreare la tua campagna di annunci Gmail mirando a gruppi di pubblico. Assicurati di creare un pubblico personalizzato e di aggiungere le parole chiave a più alta conversione dalla tua campagna di annunci Gmail.

Differenze tra Annunci Discovery e Annunci Gmail

Nonostante le loro somiglianze, gli annunci Discovery e Gmail hanno alcune differenze nel modo in cui le campagne vengono addebitate.

In precedenza, negli annunci Gmail monorivenditore, i clic erano rappresentati dal click di un utente sull’annuncio. Negli annunci multirivenditore, i clic vengono contati quando un utente clicca fuori dall’e-mail alla pagina collegata. Al multirivenditore, dunque, non vengono addebitati i clic sul teaser dell’annuncio. Con le campagne Discovery, i clic vengono conteggiati quando gli utenti visitano un sito web da un annuncio.

Google non ha dichiarato esplicitamente perché stanno andando avanti in questa direzione con gli annunci Gmail. Se il vostro marchio si affida agli annunci Gmail per le vostre campagne di marketing digitale, prendetevi un po’ di tempo per esplorare come incorporare la piattaforma Discovery nella vostra attuale strategia pubblicitaria; in alternativa, se avete bisogno di maggiori informazioni o di una guida per questo passaggio, non esitate a contattarci

Conclusioni

Le campagne Discovery Ads stanno dando ottimi risultati in termini di performance, soprattutto se accostate a campagne tradizionali in un’ottica strategica ben definita.

I costi per click nettamente inferiori alla rete di ricerca, la possibilità di segmentare il pubblico e il machine learning in grado di intercettare il target in una fase di scoperta rendono le campagne Discovery altamente performanti.

Sia a livello di numero di impression e persone raggiunte, che a livello di conversioni, con costi per conversione più bassi rispetto una classica campagna su rete search.

Se necessiti di una consulenza per un strategia pubblicitaria ad hoc per la tua azienda, il team di Cult ADV è a tua disposizione, contattaci!